giovedì 30 ottobre 2014

Patè di Speculoos





Oggi un post davvero veloce, come veloce è la ricetta che sto per proporvi, non per questo però meno golosa delle altre!!! Conoscete sicuramente gli Speculoos, i deliziosi biscotti speziati del nord Europa...E per caso conoscete anche il patè di speculoos? Lo avete mai assaggiato? Personalmente l' ho scoperto solo due anni fa al Salone del Gusto di Torino dove ho comprato un barattolino di quella crema golosa...ed è stato amore al primo assaggio!!! Di ritorno a Roma mi sono ricordata di averlo visto nel libro "Regali golosi" di Sigrid Verbert e quindi ho pensato che avrei dovuto farlo al più presto! Poi come al solito le ricette da fare sono sempre tante e allora il patè di speculoos è finito nella "to do list" culinaria! Qualche giorno fa però, quei biscotti deliziosi mi sono capitati tra le mani e allora ho avuto un flash...il patè!!! Stavolta lo faccio...e così è stato!! Praticamente in pochi minuti ho potuto affondare di nuovo il cucchiaino in quella crema stragolosa!! Vi lascio perciò la ricetta insieme ad un consiglio assolutamente da non sottovalutare! Il patè di Speculoos crea dipendenza...e non sto scherzando!! Provare per credere!


PATE' DI SPECULOOS


Ingredienti
(per due barattolini medi)
100 g di Speculoos
20 g di zucchero di canna
40 g di miele
70 ml di latte
60 g di cioccolato bianco
30 ml di olio di mais

Procedimento
Disporre di biscotti in una placca e metterli nel forno già caldo a 150°C per 10 minuti. Tritare gli Speculoos nel mixer fino a ridurli in polvere, poi trasferirli in una ciotola insieme al cioccolato spezzettato. In un pentolino scaldare il latte insieme al miele e allo zucchero e unire il composto ai biscotti tritati e al cioccolato. Amalgamare bene il tutto fino a che il cioccolato non sarà completamente sciolto e per ultimo aggiungere anche l' olio. Versare la crema nei barattoli e lasciare raffreddare a temperatura ambiente. Si conserva ben chiusa in frigorifero.




Ottima spalmata sul pane, su una brioche o semplicemente  mangiata a cucchiaiate!! L' importante è riuscire a fermarsi!!!






E anche per oggi è tutto!

Vi auguro un divertente Halloween
 e un sereno week end!!


Rimanete collegati però e non perdetemi di vista...


Lunedì sarò di nuovo qui per fare due chiacchiere con voi 
e per confidarvi una cosa!

Un bacio...Patrizia







lunedì 27 ottobre 2014

Supplì al telefono....e le nostre ricette di famiglia su A Tavola





Dovete sapere che aspetto sempre con una certa ansia l' uscita del nuovo numero di A Tavola! Questa volta però era diverso...l' attesa era ancora più trepidante perché sapevo che sfogliare quelle pagine avrebbero suscitato in me forti emozioni! Sapevo che vedere vecchie fotografie di me bambina insieme ai miei genitori mi avrebbe fatto un certo effetto...e così è stato! Praticamente diciamo che questa volta non ho retto la botta e qualche lacrimuccia è scesa irrefrenabile sulle mie guance!! Poi si è aggiunta anche la sorpresa di vedere che la copertina di questo mese era la mia...la mia "frittata in trippa" messa lì in bella vista!!! Mamma mia che sensazione!! Insomma, questa volta è stato un susseguirsi di emozioni che non immaginavo proprio e che difficilmente si riesce a descrivere!! Vi invito perciò ad andare subito in edicola perché nel numero di novembre troverete un' atmosfera particolare! Troverete le nostre vecchie ricette di famiglia contornate dalle nostre fotografie d' epoca che vi porteranno in un clima caldo e accogliente come volevamo che fosse!! Diciamo che anche stavolta la nostra Daniela Lucisano ha centrato in pieno quello che si era prefissata...il "comfort food" in assoluto per coccolarvi in questo mese autunnale!!! Le ricette che troverete sono prese dalle cucine delle nostre mamme, nonne, zie...e che per l' occasione sono ritornate protagoniste delle nostre cucine!!! Davvero molto bello, ve lo consiglio davvero!!
Ho scelto di mostrarvi subito la ricetta dei SUPPLI', forse perché è quella che più di tutte mi riporta all' istante nella cucina di mia madre, quando tutti aspettavamo trepidanti di addentare quelle pallette di riso bollenti dal cuore filante!! Dovete sapere che una volta ne ha preparati addirittura 90 e volete sapere perché? Li doveva fare assaggiare ad una famiglia milanese, nostra ospite, che non li aveva mai mangiati...e incredibilmente sono finiti tutti!!! Ancora oggi, ogni volta che li faccio, ricordo quel giorno con nostalgia e mi viene sempre da ridere!!


SUPPLI' AL TELEFONO

Ingredienti
(per circa 14 pezzi)
400 g di riso
400 g di ragù di carne
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
200 g di mozzarella tagliata a bastoncini
2 uova intere
farina q.b.
pangrattato q.b.
sale q.b.
olio di arachide per friggere q.b.

Procedimento
Lessare il riso e condirlo con il ragù e il parmigiano poi allargarlo su un piano di lavoro per farlo raffreddare bene. Formare i supplì procedendo così: mettere sul palmo della mano un paio di cucchiai di riso, disporre al centro un bastoncino di mozzarella e poi chiudere il tutto dando una forma ovale e pressando bene con le mani. Procedere fino alla fine degli ingredienti quindi impanare ogni supplì prima nella farina, poi nelle uova sbattute con un pizzico di sale e, infine, nel pangrattato. Friggere pochi supplì alla volta in abbondante olio bollente, girandoli su tutti i lati fino a che saranno perfettamente dorati; scolarli su carta assorbente e servire subito.





Un piccolo collage delle mie ricette 
e delle mie foto di famiglia...




Ed ecco infine la mia copertina!!

Ahahah...lasciatemi ancora un attimo di celebrità!!!

E mi raccomando...correte subito in edicola!






E per oggi abbiamo finito...

Come avrete visto la ricetta di oggi è stata 
di nuovo un "intermezzo salato"!
Ma tranquilli...i prossimi post saranno tutti dolcissimi!!


Approfitto infine per scusarmi di essere sparita di nuovo,
ma presto potrò svelarvi finalmente 
cosa mi sta tenendo occupata in questo periodo!!

Perciò non perdetemi di vista!

STAY TUNNED...


A prestissimo

Un bacio...Patrizia






giovedì 2 ottobre 2014

Dedicato ad un' amica....Crostoni con ricotta e pomodorini Confit

Cara Milena, questo post lo dedico a te! Sì, proprio a te...perchè ieri mentre stavo finendo di sistemare le foto ho appreso della tua scomparsa e in un attimo mi sono ritrovata a piangere per il destino crudele che ti ha portato via! A te che sei stata una delle prime blogger che ho seguito e che ho sempre stimato...A te che dovevi unirti alla "nostra vacanza estiva" a casa di Patty nella vostra meravigliosa terra e che per motivi di salute non sei riuscita a venire...non immagini quanto ci sia dispiaciuto e te lo abbiamo detto!! A te perché ho ancora conservata in un cassetto la saponetta che avevo preparato per te e che non sono riuscita a darti...c' è ancora attaccata la targhettina con il tuo nome e credo che rimarrà custodita lì per sempre!! A te che discretamente e con coraggio hai affrontato la tua battaglia che purtroppo troppo spesso non si riesce a combattere come si vorrebbe!! A te perché alla fine sono certa che questa ricetta ti sarebbe piaciuta...semplice e mediterranea proprio come lo eri tu! A te che rimarrai per sempre nel mio cuore...ciao dolce ragazza!

Quando ho appreso della triste notizia
il post qui sotto lo avevo già scritto.
Ho deciso però di lasciarlo così come era, 
perché sono sicura che anche lei avrebbe fatto così...


Come ben sapete, collaboro ormai da diverso tempo con la rivista A Tavola e quindi ogni mese è un motivo in più per non vedere l' ora di sfogliarlo!! Ebbene, questo mese in realtà ero più curiosa del solito perché non vedevo l' ora di sentirne anche il profumo!! E sì, avete capito bene...anche il profumo!! Perché sulla copertina del numero di ottobre, oltre ad ammirare una bellissima torta al cioccolato, avrete anche la possibilità di sentirne l' odore!!! Come? Grattando la copertina!!!! Troppo forte...grattare la torta e sentire l' aroma del cioccolato!! Bellissimo!! Quindi il consiglio che posso darvi, è di andare in edicola (se ancora non lo avete fatto!!) e di mettervi subito comode a sfogliare la rivista! Troverete delle ricette davvero interessanti per l' inizio di quest' autunno e dei menù completi divisi per colore, tra cui il rosso...il mio!! Ho scelto per voi i crostoni con ricotta e pomodorini confit...davvero deliziosi!! 



CROSTONI CON RICOTTA 
E POMODORINI CONFIT


Ingredienti
6 fette di pane casareccio 
2 etti di ricotta di pecora
q.b. di pomodorini confit* 

Procedimento
Mettere le fette di pane sotto il grill del forno già caldo e farle tostare su entrambe i lati. Togliere dal forno e spalmare la ricotta  su ogni fetta; distribuire infine i pomodorini confit e servire subito.

*Ingredienti e Procedimento
 per i Pomodorini Confit
1 cestino di pomodorini  
1 spicchio d’ aglio
 2 cucchiai di origano secco
 2 cucchiai di zucchero semolato
 olio extra vergine d’ oliva q.b.
 sale e pepe q.b.
--------------
Dopo aver lavato i pomodorini tagliarli a metà e disporli su una teglia rivestita con carta da forno con la parte della buccia verso il basso. Sbucciare l’ aglio, tritarlo finemente e distribuirlo sui pomodorini, poi spolverarli con l’ origano e lo zucchero. Distribuire una generosa dose d’ olio e infine aggiungere sale e pepe a piacere. Cuocere nel forno già caldo a 150°C per circa un’ ora e ½ poi sfornare e lasciare raffreddare.
Consiglio: i pomodorini Confit si conservano per qualche giorno mettndoli in un barattolo di vetro con chiusura ermetica e riposti in frigorifero. Per una
conservazione più lunga invece è necessario sterilizzare precedentemente il barattolo e coprirli completamente con dell' olio evo; si conservano così anche un paio di mesi.













Scoprirete le altre ricette del mio "Menù in rosso" 
sulla rivista A tavola...






A presto

Un bacio...Patrizia








martedì 23 settembre 2014

Torta di nocciole e cioccolato...e benvenuto Autunno!






Nonostante l' abbia scritto nel titolo del post e nonostante la data dell' inizio dell' autunno sia proprio oggi, beh...tutto sembra meno che autunno!!! Qui a Roma negli ultimi giorni abbiamo avuto delle temperature veramente incredibili, per non parlare dell' alta umidità che sembra di stare in un paese tropicale!!! Eppure finalmente è arrivato l' autunno, la stagione che amo di più perché per me è in questo periodo che tutto ricomincia!! E anche se per le temperature più fresche dovremmo forse aspettare un altro po', non potevo di certo aspettare a infornare questa torta deliziosa e che sa proprio d' autunno! Tanto è vero che è finita in men che non ti dica!!! Ahahah...golosità allo stato puro!!! E poi era da tanto che volevo fare una torta al cioccolato...e che torta!!! Cioccolatosa al punto giusto e con un tocco di croccantezza data dalle nocciole davvero eccezionale...insomma da rifare all' infinito!!! Peccato sia già finita...ma a questo si può rimediare!! Vado a preparare gli ingredienti e ad accendere il forno...voi  nel frattempo, prendete nota però!!!


TORTA NOCCIOLE 
E CIOCCOLATO

Ingredienti
per uno stampo da 22 cm
100 g di farina 00
130 g di nocciole tostate
100 g di zucchero di canna
180 g di cioccolato fondente
100 g di burro
2 uova grandi
1/2 bustina di lievito 
1 bicchierino di rum scuro
q.b. di burro e pangrattato per lo stampo

Procedimento
Sciogliere a bagnomaria o nel microonde 150 g di cioccolato fondente insieme al burro e lasciare stiepidire; spezzettare i restanti 30 g di cioccolato e metterli da parte. Con l' aiuto del mixer tritare non troppo finemente 100 g di nocciole e i restanti 30  g spezzettarli grossolanamente con un coltello. Con le fruste elettriche sbattere le uova insieme allo zucchero poi aggiungere le nocciole tritate, il cioccolato fondente e il rum. Unire infine la farina e il lievito setacciati, incorporandoli bene con una spatola, poi versare il tutto in uno stampo a cerniera precedentemente imburrato e cosparso di pangrattato. Distribuire sulla superficie il cioccolato spezzettato e le nocciole, quindi cuocere nel forno già caldo a 180°C per circa 45 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare.













Mi raccomando, non aspettate che venga
il freddo per fare questa torta...

secondo me va bene anche ad agosto!!!


Buon proseguimento di settimana



Un bacio...Patrizia







giovedì 11 settembre 2014

Ricomincio da qui...CONFETTURA DI UVA FRAGOLA E CANNELLA (parte seconda)







E' tempo di ricominciare, di rimettersi in moto...di riprendere le vecchie abitudini dopo la lunga pausa estiva! E' tempo di buttarsi in nuovi progetti e di riprendere anche  quelli lasciati in sospeso...E finalmente è arrivato anche il tempo di riprendere in mano il mio amato blog che per troppo tempo ha aspettato che tornassi! E allora si ricomincia da qui, dalle origini...da questa confettura di uva fragola e cannella che per una giornata pre-autunale come oggi è proprio quello che ci vuole! "Perché proprio da qui?"...vi chiederete?? Perché questa ricetta è stato il mio primo post...si, proprio il primo post! "E perché riproporla di nuovo?"... vi chiederete ancora? Perché tempo fa, rifacendo un giro nel blog, mi sono ricordata che il primo post non aveva le foto(v. qui)!!! E già...quando ho aperto I DOLCI NELLA MENTE non sapevo proprio di cosa si trattasse pubblicare un post! Non avevo capito quanto importante fossero le immagini in un mondo virtuale dove le ricette non si possono assaggiare ma solo guardare con gli occhi!! Per fortuna poi ho capito e mi sono attrezzata, scoprendo che la fotografia era un' altra delle mie passioni nascoste!! E allora ricominciamo da qui...da questa confettura che pochi conoscono e che invece è di un buono che non immaginate!! Unico inconveniente però è che dovete stare attentissimi a ripulire immediatamente gli schizzi dell' uva fragola e della confettura perché macchiano tantissimo....questo naturalmente, io l' avevo dimenticato!!!! 


Confettura di uva fragola
e cannella


INGREDIENTI
(per due barattoli medi)
750 g di uva fragola
250 g di zucchero di canna
1 mela piccola
2 cucchiaini di cannella 

PROCEDIMENTO
Lavare accuratamente l'uva e mettere gli acini in una pentola antiaderente; cuocerli per 10/15 minuti a fuoco moderato fino a che non saranno completamente spappolati. Passare con il passaverdura tutta la polpa e il liquido che si è formato e pesare il tutto. Rimettere il passato nella pentola e aggiungere lo zucchero di canna per la metà del peso della polpa pesata (in questo caso pesava g 500, quindi g 250 di zucchero)  e girare bene. Tagliare la mela a piccoli dadini (servirà a fare addensare la marmellata naturalmente senza l'aggiunta di pectina) e unirla al passato di frutta. Aggiungere infine la cannella e portare avanti la cottura a fuoco basso per circa 30/40 minuti o fino a che la confettura non sarà pronta (naturalmente maggiore è la quantità, maggiore sarà il tempo di cottura). Quando sarà pronta, versare la marmellata nei vasetti precedentemente sterilizzati, chiuderli bene e capovolgerli finché la confettura non è fredda.
Consiglio: per verificare se la confettura è pronta, fare la "prova del piattino" in questo modo: mettere  un cucchiaino di confettura su un piattino, attendere che si freddi e controllare che non scivoli via inclinandolo!


















Che ne dite...ho compensato a sufficienza 
il primo post senza foto?? Spero di si!



A prestissimo

Un bacio...Patrizia










giovedì 24 luglio 2014

I miei primi 50 anni, festeggiamoli così! BAVARESE MOJITO e arrivederci a settembre!






50 anni e non sentirli...eppure ci sono!! Siamo arrivati ad un traguardo che pesa un pochino! Mezzo secolo...mamma mia quanti sono!!! Eppure mi sembra ieri che ne facevo 18!! Come passa il tempo!! Di strada ne ho fatta...in tutti i sensi...e spero di farne ancora di più!! Ecco cosa mi auguro per i miei 50 anni... Mi auguro di poter fare ancora tante cose e di poter vivere ancora a lungo con le persone che più amo nella vita!! Vi lascio un dolce estivo e adatto per festeggiare insieme...un cocktail da assaporare con il cucchiaino!! Semplice da fare e sicuramente da provare! E se volete scoprire altri dolci in versione cocktail non vi resta che andare in edicola e comprare A TAVOLA...le mie ricette sono lì!! Ci vediamo a settembre amici miei...vi auguro un' estate serena, allegra e rilassante!! Io torno appena posso e intanto vi lascio la ricetta qui sotto...


Bavarese Mojito

PER 4 COPPE
125 ml panna fresca
125 ml latte intero
80 g zucchero
2 tuorli
1 foglio colla di pesce (circa 6 g)
1 bicchierino rum
PER LA GELEE DI LIME E MENTA:
2 lime  (il succo di entrambe , la buccia grattugiata di 1)
50 g zucchero di canna
1 foglio colla di pesce (circa 6 g)
qualche foglia di menta romana
PER LA DECORAZIONE:
4 fettine di lime
4 rametti di menta romana
zucchero q.b.

Procedimento
Preparare per prima cosa la bavarese: mettere il foglio di colla di pesce ad ammorbidire in una ciotola con acqua fredda; scaldare il latte in un pentolino fino a raggiungere il bollore, poi togliere dal fuoco e lasciare stiepidire per qualche minuto. Nel frattempo montare con una frusta i tuorli con lo zucchero ed unirli al latte ancora caldo mescolando bene; rimettere il tutto sul fuoco e, sempre continuando a mescolare portare di nuovo a bollore, poi togliere dal fuoco. Incorporare ora la colla di pesce ben strizzata mescolando bene fino allo scioglimento completo e per ultimo aggiungere anche il rum. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente, poi montare la panna con le fruste elettriche e unirla al composto ormai freddo amalgamando bene il tutto. Versare la crema in 4 coppe e trasferirle in frigo a rassodare per circa 3 ore. Preparare ora la gelèe: far ammorbidire la colla di pesce (un foglio) in una ciotola con acqua fredda. Mettere in un pentolino lo zucchero di canna  con il succo filtrato dei lime e la buccia grattugiata e far scaldare sul fuoco fino a completo scioglimento dello zucchero; togliere dal fuoco ed aggiungere la colla di pesce ben strizzata, mescolando per farla sciogliere bene. Aggiungere infine qualche fogliolina di menta sminuzzata finemente e poi lasciare raffreddare a temperatura ambiente. Riprendere le bavaresi dal frigo, versare su ogni coppa uno strato di gelèe e rimettere nel frigorifero fino a completo rassodamento. Al momento di servire decorare ogni porzione con un rametto di menta ed una fettina di lime passata precedentemente nello zucchero semolato.









 Appuntamento a settembre...


Buone vacanze a tutti

Un bacio...Patrizia







lunedì 30 giugno 2014

Ghiaccioli Melone e Cocco...assolutamente da provare!!







Buonasera...eccomi qui finalmente con un nuovo post! E ormai è praticamente inutile giustificarmi e scusarmi con voi per la mia latitanza...questo è un periodo così e come tale va preso!! L' importante è che ogni tanto faccio un' apparizione non trovate? E speriamo in tempi migliori.... Nel frattempo l' estate è finalmente arrivata e anche se il tempo è purtroppo ancora instabile, ormai è periodo di gelati...e allora vi lascio una ricetta semplice-semplice e assolutamente da provare per la gioia di grandi e piccini! Questa ricetta la trovate anche sul nuovo numero di A TAVOLA insieme ad altre mie proposte per combattere la calura estiva. Quindi......non perdete altro tempo e correte in edicola!! Il numero di Luglio è davvero speciale!!



GHIACCIOLI 
MELONE E COCCO


Ingredienti
(per 6 ghiaccioli)
200 g di melone pulito
1 cucchiaio di succo di limone
125 g di yogurt al cocco
40 g di zucchero semolato
80 ml d' acqua
Ti servirà anche:
formine per ghiaccioli
stecchi per gelati
carta stagnola

Procedimento
Preparare lo sciroppo di zucchero facendo bollire in un pentolino l’ acqua insieme allo zucchero per 2-3 minuti; togliere dal fuoco e lasciare raffreddare completamente. Con l’ aiuto di un frullatore ridurre in purea il melone insieme al limone e a 2/3 dello sciroppo di zucchero. Versare la miscela nelle formine per ghiaccioli facendo attenzione a riempirli fino a poco più della metà, poi mettere nel freezer per un paio d’ ore circa. Trascorso questo tempo amalgamare lo yogurt con il restante sciroppo di zucchero; riprendere gli stampini dal freezer, versare la miscela di yogurt fino a riempirli, coprire con la carta stagnola  e riporre di nuovo nel freezer. Dopo un paio d’ ore circa inserire gli stecchi al centro di ogni ghiacciolo (fare un taglietto sulla carta stagnola senza toglierla) e rimettere nel freezer fino a totale congelamento. Al momento di servire, immergere per qualche secondo gli stampini nell’ acqua calda ed estrarre delicatamente i ghiaccioli.



















Avete visto quanto è semplice farli?
Non potete quindi tirarvi indietro...e se per caso
mettete la scusa di non avere l' attrezzatura adatta,
basta utilizzare anche dei bicchierini di carta 
o di vetro al posto degli appositi stampini!!!

I vostri ICE POPS saranno 
perfetti lo stesso!!

Buon lavoro...e a presto!!


Un bacio...Patrizia