martedì 31 gennaio 2012

Cake cioccolato e arancia


Ancora arancia!! E sì, questo è il periodo in assoluto di questo frutto che adoro e che non manca mai in casa mia; spremute la mattina a colazione o mangiate nell' arco della giornata, sono un vero toccasana per non parlare poi della loro bontà anche condite con un filo d' olio evo e cosparse con un velo di zucchero. Sì, sì...avete capito bene!! Zucchero! Vi sembrerà strano perchè di solito l' arancia si condisce con olio, sale e qualche olivetta nera, ma avete mai provato a mettere lo zucchero al posto del sale? Una vera squisitezza, specialmente se il tutto è accompagnato da una bel pezzo di pane fresco e croccante da intingere nel sughetto!! Provatelo e poi mi direte!! Naturalmente questa non è la ricetta di oggi ma solo un suggerimento su come assaporare in maniera diversa questo frutto invernale. La ricetta che invece voglio proporvi è un cake al cioccolato e arancia che appena ho visto ha subito catturato la mia attenzione e che non ho potuto fare a meno di provare subito. L' artefice di tutto ciò è Luisa...è da lei che ho preso lo spunto per questo cake che vi invito a provare. Ho apportato alla sua ricetta solo una piccola variazione...ho sostituito al cacao in polvere una tavoletta di cioccolato fondente tanto per esaltare di più il connubio con l' arancia che ho sempre adorato e che trovo una combinazione di sapori perfetta al palato.

Cake cioccolato e arancia
Ingredienti
100 g di farina 00
50 g di frumina
100 g di zucchero 
2 cucchiaini di lievito per dolci
100 g di cioccolato fondente
il succo e la scorza di un' arancia bio
un uovo intero
latte q.b. (solo se necessario)
Procedimento
Sciogliere il cioccolato a bagnomaria o nel microonde e lasciare stiepidire da parte. In una ciotola capiente montare con le fruste elettriche l' uovo con lo zucchero fino a quando non diventerà gonfio e spumoso, quindi incorporare il cioccolato fuso continuando a girare con le fruste a velocità minima fino a quando non sarà ben amalgamato al composto. Aggiungere ora il succo e la buccia grattugiata dell' arancia, le farine e il lievito setacciati e amalgamare bene sempre con le fruste. Se necessario aggiungere un pò di latte, giusto per ammorbidire (a me non è servito). Versare il composto in uno stampo medio da cake foderato di carta da forno, senza preoccuparsi di livellarlo in superficie ma dando solo qualche colpetto sul piano di lavoro per distribuire meglio l' impasto nello stampo. Infornare a 180° (forno già caldo) per circa 30 minuti facendo comunque la prova stecchino. Sfornare e lasciare raffreddare nello stampo, quindi sformare. Cospargere il cake con lo zucchero a velo o servire così al naturale.





Prima di salutarvi, volevo lasciarvi un piccolo resoconto del week end che ho appena passato a Milano. Dunque...Il MACEF? Meraviglioso è dire poco...non credevo di vedere tante cose meravigliose tutte insieme!! Tutto ciò che riguarda la casa e la cucina era lì, esposto in una maniera così bella da far uscire gli occhi dalle orbite!! L' unico peccato è stato quello di non poter comprare nulla perchè questo era permesso solo agli operatori del settore...naturalmente però per la gioia di mio marito!!! E l' incontro se pur ridotto a pochi minuti con le amiche di blog? Che dire...Emozionante!!! Abbracciare finalmente la Ely, la SimoSonia, Laura, Luisa e Fabio è stato davvero bellissimo e spero di poterle rivedere presto in un' altra occasione! E' stato anche bello dare un volto a coloro che ci seguono nelle nostre collaborazioni con le aziende e scambiare con loro quattro chiacchiere sulle nostre passioni! Insomma, avrete capito quanto è stata emozionante quest' esperienza che spero possa ripetersi di nuovo, magari al prossimo MACEF di settembre!! Certo è stato anche stancante, ma il ricordo di questi due giorni è bastato a farmi cominciare bene la settimana come spero sia cominciata bene anche per voi! Vi auguro una buona giornata! Un bacio...Patrizia 




Con questa ricetta partecipo al nuovo contest di Dolcipensieri









venerdì 27 gennaio 2012

Intermezzi salati: Polpettine di maiale all' arancia

Buongiorno! Mentre questo post verrà pubblicato in automatico io mi troverò sul treno verso Milano per visitare il Macef, Salone internazionale della casa dove si trovano tutte le meraviglie possibili immaginarie inerenti la casa e tutto ciò che ci gira intorno. Era da tanto che volevo visitare questa fiera e stavolta non me la sono fatta sfuggire. Questa sarà anche un' occasione per incontrarmi con altre amiche food blogger e  quindi non vedo l' ora di arrivare e di conoscere la Ely, la Simo, Meggy, Sonia e tante altre...Naturalmente non potevo lasciarvi senza una ricettina, ma visto che vado di corsissima, passo subito ad illustrarvi queste polpettine preparate con la buccia e il succo d' arancia che credetemi, le rendono davvero sfiziose e particolari. Le dosi che vi metto sono approssimative, in quanto non riesco a quantificare i pesi degli ingredienti perchè quando faccio le polpette vado sempre ad occhio...Vi metto giusto il peso esatto della carne per il resto fate voi che sicuramente come me, di polpette ne avrete fatte già tante! Del resto, a chi non piacciono le polpette? Ecco quindi un modo diverso per prepararle approfittando delle buonissime arance di questa stagione...

Polpettine di maiale
all' arancia
Ingredienti
per le polpette:
400 g di maiale macinato
100 g di vitella macinato
pane grattato q.b.
un uovo intero
un pò di latte
la buccia grattugiata di un' arancia
sale e pepe q.b.
un pò di farina
per il condimento:
4 cucchiaio d' olio evo
la buccia grattugiata di un' arancia
il succo di due arance
sale e pepe q.b. 
Procedimento
Procedere all' impasto delle polpette come di consueto amalgamando tutti gli ingredienti, compresa la buccia grattugiata di un' arancia e rendendo l' impasto morbido aggiungendo il latte necessario. Formare delle poplettine grandi come una noce o come preferite, passarle nella farina e metterle da parte. In una padella antiaderente scaldare leggermente l' olio e aggiungere le polpette che andranno rosolate da entrambe le parti girandole spesso. Quando saranno colorite aggiungere la buccia e il succo d' arancia, salare e pepare e continuare la cottura per qualche minuto fino a che il condimento si sarà ristretto e le polpette saranno cotte. Se necessario aggiungere altro succo d' arancia,  ma sicuramente non servirà se le polpettine saranno piccole e quindi cuoceranno in fretta. Servire calde. 







Spero che queste polpettine vi siano piaciute! Ora scappo...Milano e le ragazze mi attendono!! Lunedì vi racconterò cosa abbiamo combinato...Buon fine settimana anche a voi! Un bacio...Patrizia







Con questa ricetta partecipo al contest PIOVONO POLPETTE










mercoledì 25 gennaio 2012

Tartellette di frolla al limone


Lei stava a casa da due giorni con un brutto raffreddore e le ossa tutte acciaccate...Stava buttata sul divano nonostante il tempo in casa fosse prezioso e c' erano tante cose da fare...Era arrivato il pomeriggio e aveva voglia di qualcosa di dolce per tirarsi su il morale...In casa c' erano solo pochi ingredienti e non poteva certo scendere al super a fare la spesa...Per fortuna nel freezer c' era un panetto di pasta frolla dell' ultimo impasto fatto in abbondanza...C' erano anche dei limoni che in quella cucina non mancano mai...Si alza dal divano, stende la frolla dopo averla scongelata nel microonde, spreme qualche limone dopo averne grattato con cura la buccia profumata, prepara la crema che distribuisce nei piccoli gusci di frolla, inforna il tutto e dopo pochi minuti la cucina si riempie di quel profumo che tanto le piace...Sforna le piccole frolle, attende giusto qualche istante perchè si freddino un pochino...Si risiede sul divano e assapora quelle piccole delizie che si sciolgono in bocca...Si sente appagata e il sorriso ritorna subito! Naturalmente quella Lei sono io...

Tartellette di frolla al limone
Ingredienti
(per 12 tartellette)
300 g di pasta frolla (vedi qui)
3 uova intere 
150 g di burro
200 g di zucchero
il succo e la buccia di 2 limoni
un cucchiaio scarso di maizena 
qualche goccia di essenza di vaniglia 
qualche manciata di pinoli
zucchero a velo q.b.
Procedimento
Preparare la crema mettendo una ciotola le uova, lo zucchero, la maizena, il succo e la buccia grattugiata dei limoni e la vaniglia. Frullare per qualche secondo con le fruste elettriche quindi trasferire il composto in un pentolino e portare dolcemente ad ebollizione girando spesso. A bollore raggiunto, aggiungere il burro e continuare a cuocere la crema giusto il tempo che il burro sarà sciolto completamente. Togliere dal fuoco e versare la crema in una ciotola per farla raffreddare. Stendere la pasta frolla in una sfoglia di circa 2/3 mm e ricavare dei cerchi del diametro giusto per i vostri stampini per tartellette. Foderate gli stampini precedentemente imburrati e bucherellare il fondo con una forchetta. Riempire i gusci di frolla con la crema al limone e distribuire sulla superficie i pinoli. Cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 25 minuti o fino a quando le tartellette saranno colorite in superficie. Sfornare e lasciare stiepidire negli stampini, quindi sformare e servire spolverizzandole con lo zucchero a velo.




Un' ultima foto di queste tartellette deliziose 
che naturalmente sono già finite...ahimè anche sui miei fianchi!!
Ma chi se ne importa...Almeno sono servite a farmi sentire meglio!



E questo è quello che è successo ieri...Buona giornata a tutti e scusate se in questi giorni non sono riuscita a passare da voi! Un Bacio...Patrizia









lunedì 23 gennaio 2012

Crostatine frangipane alle mele

Una delle cose che più mi fa impazzire, fin da quando ero piccola, è la torta di mele o qualsiasi variante si può fare con questo frutto che trovo adattissimo per realizzare dei dolci. Quelle che sto per farvi vedere sono delle crostatine che ho adocchiato sul libro "Croissant e biscotti" di Montersino e che con qualche variante ho preparato qualche giorno fa per una cena. Il risultato è stato sopra le mie aspettative, infatti non credevo venissero così buone e che la farcitura frangipane fosse così eccezionale. Non avevo mai avuto modo di farla anche se tante volte l' avevo vista in diversi dolci...in effetti mi ero persa qualcosa di molto, ma molto goloso, diciamo "paradisiaco"!!! Sì, questo è il termine giusto per queste tortine che vi consiglio vivamente di provare...

Crostatine frangipane 
alle mele
INGREDIENTI
(per 8 crostatine)
Per la frolla:
250 g di farina 00
un uovo intero
125 g di burro
100 g di zucchero
una bustina di vanillina
un pizzico di sale
Per la farcitura:
125 g di mandorle macinate
125 g di burro 
125 g di zucchero a velo vanigliato
120 g di uova (due medie)
50 g di farina
un cucchiaio di rhum
50 g di uvetta
30 g di pinoli
2 mele grandi
cannella e zucchero a velo q.b.
gelatina per rifinire
PROCEDIMENTO
Preparare come di consueto (puoi vedere qui) la pasta frolla e lasciarla riposare avvolta nella pellicola per almeno 30 minuti in frigorifero. Nel frattempo preparare il frangipane mettendo in una ciotola il burro a temperatura ambiente con lo zucchero a velo e il rhum e montare con le fruste elettriche. Aggiungere le mandorle macinate finemente amalgamandole al composto sempre con le fruste, quindi unire le uova a filo e per ultima la farina sempre continuando a mantecare bene. Aggiungere ora l' uvetta precedentemente ammorbidita e i pinoli. Lasciare da parte e riprendere la pasta frolla che stenderete in una sfoglia di circa 3 mm di spessore e dalla quale ricaverete dei cerchi di circa 12 cm di diametro. Foderare con questi  degli stampini per tartellette monoporzione che avrete avuto cura di imburrare per bene. Fare aderire per bene la frolla e bucherellare il fondo con una forchetta. Versare all' interno il frangipane fino quasi al bordo delle crostatine, quindi tagliare le mele a  fettine e distribuirle sopra il composto. Aggiungere appena una spolverata di zucchero a velo e di cannella e cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 25/30 minuti o fino a quando non saranno leggermente colorite in superficie. Togliere dal forno e sformare le crostatine dagli stampini quando saranno tiepide o fredde. Prima di servire spennellare la superficie con la gelatina pronta sciolta con un paio di cucchiai di acqua calda. 






COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: Per realizzare le foto in formato collage io utilizzo il programma on-line gratuito PICNIK...Volevo avvisare tutti coloro che ne usufruiscono che purtroppo Picnik chiude i battenti e rimarrà attivo solo fino al 19 aprile! Mi hanno avvisato con una mail e se andate a vedere qui leggerete quello che vi ho appena detto...Sinceramente non ho capito bene il perchè, so solo che ora mi toccherà trovare qualche altro programma gratuito valido che lo sostituisca! Se qualcuno di voi può darmi dei suggerimenti ve ne sarei grata!!


Non mi resta ora che salutarvi e augurarvi una buona settimana! 
La mia putroppo non è cominciata tanto bene...HO LA FEBBRE!!!
Un bacio...Patrizia







giovedì 19 gennaio 2012

Intermezzi salati: Spirali di sfoglia con pancetta coppata e semi di papavero



Eccomi di nuovo con un altro "intermezzo salato"!! E già, il terzo di seguito e non me ne vogliate, ma dovevo assolutamente staccare un pochino con i dolci altrimenti ci viene a tutti il diabete! Veramente non è che non ne abbia mangiati per niente, la colazione è sacra, ma almeno in questa settimana non ho visto girare sotto gli occhi torte e tortine che poi finiscono inevitabilmente nella mia bocca!!! Tra l' altro poi ho avuto un piccolo problemino con il forno che proprio stamattina dovrei risolvere, quindi vi prometto che il prossimo post sarà sicuramente un dolce! La ricetta che sto per illustrare è una preparazione veramente veloce e semplicissima ed è un ottima soluzione per un aperitivo sfizioso da preparare all' ultimo momento. Li ho scoperti la sera di Capodanno a casa di una mia amica e mi ero  riproposta di rifarli al più presto. Si tratta di una semplice pasta sfoglia farcita con quello che più vi piace, affettati vari, crema di olive, un formaggio...insomma quello che la fantasia vi ispira in quel momento e più che altro quello che vi riserva il vostro frigorifero!! Bastano pochissimi minuti, giusto il tempo di cottura della sfoglia nel forno,  per ottenere questi bastoncini gustosissimi che piacciono davvero a tutti; oppure potete cuocerli  come ho fatto io nel microonde con funzione crisp e allora con soli 7 minuti di cottura otterete queste...

Spirali di sfoglia con pancetta coppata
e semi di papavero
Ingredienti:
(per circa 24 pezzi)
2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare
10 fette di pancetta coppata
(o altro affettato a vostro piacere)
semi di papavero q.b.
Procedimento:
Srotolare il primo rotolo di pasta sfoglia e distribuire le fette di pancetta coppata su tutta la superficie. Ricoprire con il secondo rotolo di sfoglia e cospargere la superficie con i semi di papavero. Fare una leggera pressione con le mani in maniera da fare attaccare un pochino i semini. Con un coltello affilato, tagliare delle strisce della lunghezza che più vi piace e di circa 1,5  cm di larghezza. Prendere una striscia per volta, arrotolatela su se stessa dandole la forma di spirale, schiacciare bene i due estremi e adagiarla su una teglia rivestita di carta da forno. Proseguire con tutte le strisce fino ad esaurimento allineandole una dietro l' altra ma lasciando un leggero spazio tra loro. Infornare a 190° (forno già caldo) per circa 15 minuti o fino a quando non saranno dorate sulla superficie. Se volete provare a cuocerle nel microonde, dovrete però avere la funzione crisp, dovrete metterle nel "piatto crisp" e cuocerle per circa 7 minuti, funzione crisp. Sfornare e lasciare stiepidire. Sono buone sia calde che fredde.





Buonissime...Da gustare in ogni momento della giornata!!



Con questi bastoncini sfiziosi vi auguro una buona giornata! Oggi per me niente lavoro, sono rimasta a casa...Vediamo se riesco a combinare qualcosa di buono! Un bacio...Patrizia











lunedì 16 gennaio 2012

Intermezzi salati: Risotto al radicchio e salsiccia

Oggi un post veloce veloce, giusto per mostrarvi questo "Intermezzo salato" appena assaporato ieri a pranzo. La domenica cerco  sempre di preparare un primo che mi piace e i risotti sono uno dei miei piatti preferiti. Quello che sto per mostrarvi è un risotto al radicchio con la salsiccia sbriciolata...secondo me un connubio perfetto! Passo subito alla ricetta di questo piatto tipicamente invernale che vi invito a provare al più presto...
Risotto al radicchio 
e salsiccia

Ingredienti:
( per 4 porzioni )
400 g di riso arborio
2 cespi di radicchio di Treviso
2 salsicce
uno scalogno 
4 cucchiai di olio evo
un bicchiere di vino bianco
brodo vegetale q.b.
sale e pepe q.b.
2 cucchiai di grana grattugiato
Procedimento:
In un padellino antiaderente sbriciolare le salsicce pulite dalla loro pelle e rosolarle senza aggiunta di olio, quindi lasciarle da parte. Lavare il radicchio asciugarlo e tagliarlo a listarelle; tagliare finemente anche lo scalogno. In una pentola antiaderente fare rosolare lo scalogno e il radicchio con l' olio e quando sarà appassito aggiungere le salsicce precedentemente cotte. Aggiungere il riso e farlo tostare per 5 minuti, quindi versare il vino e fare sfumare. Continuare a cuocere aggiungendo poco alla volta il brodo fino cottura ultimata. Aggiustare di sale e di pepe, aggiungere il grana grattugiato e servire subito.




Che fatica fare queste foto! Difficilmente infatti fotografo i primi piatti...Troppe lamentele da parte del resto della famiglia che aspetta a tavola impaziente!!
Per stavolta però ce l' ho fatta...La prossima si vedrà!!!




Buona settimana a tutti e appuntamento al prossimo post! 
Un bacio...Patrizia








venerdì 13 gennaio 2012

Intermezzi salati: Cake alle olive e pomodori secchi

Buongiorno! Eccoci finalmente arrivati al fatidico venerdì!! Che bello...non potete immaginare quanto adoro il venerdì, quasi più del sabato o la domenica! Mi piace vivere l' attesa del week end tanto sospirato e quasi sempre in questo giorno della settimana mi alzo, fortunatamente per chi mi sta intorno,  con il piede giusto!!! Il post di oggi è un "Intermezzo salato" per proporvi un cake che volevo provare da tanto tempo e che fino ad oggi avevo rimandato sempre senza neanche sapere il perchè! O forse il perchè c'è...Certo che c'è!!!! Il fatto è che ho talmente tante ricette da provare che non mi basterebbero due vite intere per poterle fare tutte, e quindi si accumulano sempre di più nel mio archivio "Ricette da fare" aspettando il loro turno di essere le prescelte!!! Ma stavolta l' ho rivista e ho deciso che doveva essere quella...tra l' altro era anche un' ottima alternativa per accompagnare la cena di ieri sera! Così, senza pensarci due volte, gli ingredienti tutti a portata di mano, ho finalmente provato il cake che mi aveva tanto colpito qui e che ho eseguito alla lettera come Marina aveva suggerito. Il risultato è stato quello che pensavo...un cake soffice e gustoso che abbiamo spazzolato in pochi minuti insieme a delle mozzarelline di bufala e a delle salsiccette secche che, dovete credermi, ci stavano proprio bene!!! Unico difetto...ERA TROPPO POCO!! La prossima volta ne faccio sicuramente due!!

Cake alle olive 
e pomodori secchi


Ingredienti:
160 g di farina 0
3 uova intere
100 g di grana grattugiato
100 g di vino bianco
60 g di olio evo
100 g di pomodori secchi sott' olio
100 g di olive nere snocciolate
un cucchiaino di lievito per torte salate
sale e pepe q.b.
Procedimento:
In una ciotola mettere la farina, aggiungere le uova leggermente sbattute ed amalgamare con una frusta (non importa se si formeranno dei grumi). Sempre mescolando con la frusta aggiungere il vino, l' olio e quindi il lievito. Aggiungere infine il formaggio, le olive spezzettate, i pomodori secchi ben sgocciolati e tagliuzzati, appena un pizzico di sale e una spolverata di pepe.  Amalgamare velocemente (l' impasto non deve essere lavorato troppo), versare l' impasto in uno stampo da cake foderato di carta da forno o, come ho fatto io, in uno stampo "usa e getta" e cuocere nel forno già riscaldato a 180° per 30/35 minuti. A cottura ultimata, potete fare la prova stecchino, togliere dal forno e lasciare stiepidire, quindi sformare e tagliare a fette.









E per oggi è tutto...Passate un sereno week end!! Un bacio...Patrizia







lunedì 9 gennaio 2012

Caprese al limone di Salvatore De Riso

Eccoci qua! Le feste sono appena passate e ormai archiviate con i loro bei ricordi... l' albero di Natale con i suoi addobbi risistemato in cantina e noi pronti a rituffarci nella quotidianità di sempre! Nonostante tutti abbiamo mangiato parecchio in questi giorni, la voglia di dolci purtroppo per me non tende a diminuire...Ieri pomeriggio infatti ho preparato questa torta deliziosa che ha invaso la cucina di un profumo strepitoso e che vi consiglio di provare...La ricetta l'ho presa e copiata fedelmente da un libro che adoro e che spessissimo mi ritrovo a sfogliare anche solo per vedere le meravigliose foto che contiene. Si tratta del libro DOLCI DEL SOLE di Salvatore De Riso, uno dei più grandi interpreti dell' arte dolciaria del Sud Italia. Le sue creazioni sono spettacolari e anche se non tutte semplicissime, sono spiegate in maniera semplice e dettagliata. Come ho già detto, il libro contiene delle foto bellissime che ritraggono oltre alle sue creazioni culinarie, anche degli scorci della Costiera Amalfitana spettacolari e dei ritratti di famiglia molto ma molto belli. Insomma avrete capito che questo libro è uno dei miei preferiti e quindi ieri mentre lo sfogliavo per l' ennesima volta ho deciso di fare questa...

Caprese al limone
(ricetta adatta anche per celiaci)

Ingredienti:
100 g di olio evo
120 g di zucchero a velo
200 g di mandorle spellate
180 g di cioccolato bianco
30 g di scorzette di limone candite
(per me di cedro candito)
1/2 baccello di vaniglia
un limone Costa d' Amalfi
(per me del mio alberello in balcone)
250 g di uova intere (n.5)
60 g di zucchero
50 g di fecola di patate
5 g di lievito per dolci
Procedimento:
Frullare le mandorle con lo zucchero a velo e i semi della vaniglia. A parte grattugiare il cioccolato bianco. In una ciotola capiente, montare con le fruste elettriche, le uova con lo zucchero fino a triplicarne il volume. A parte incorporare alle miscela di mandorle e zucchero a velo il cioccolato bianco grattugiato, le scorzette di limone (o cedro) candite finemente tritate, la scorza grattugiata del limone e la fecola di patate con il lievito setacciati. Miscelare tutti gli ingredienti, aggiungere l' olio di oliva e infine le uova montate. Amalgamare bene il tutto con una spatola senza preoccuparsi se le uova tendono a smontarsi. Versare il composto in una tortiera da 22 cm imburrata e infarinata con la fecola di patate. Infornare a 200° (forno già caldo) per i primi 5 minuti e poi lasciare cuocere per altri 45 minuti a 160°. A cottura ultimata, lasciare raffreddare il dolce nella tortiera e sfornarlo quando sarà tiepido. Lasciarlo riposare qualche ora prima di servirlo spolverizzato di zucchero a velo.



Ecco la descrizione di questo libro che vi consiglio di acquistare...

Un libro che profuma di vaniglia e zagare, un viaggio per immagini nel mondo e nelle creazioni di Salvatore De Riso, uno dei più famosi interpreti dell' arte dolciaria de Sud Italia. Oltre 60 ricette, dolci e salate, alcune adatte anche per celiaci, spiegate passo dopo passo, per preparare le sue prelibatezze più tipiche come la Torta ricatta e pere e il Soffiato di pastiera, o per sperimentare fantasiosi abbinamenti. La confettura di peperoni accompagna le alici ripiene di provola, quella di agrumi si gusta con sofisticati finger food o addolcisce i paccheri ripieni di ricotta. E poi gli originali barattoli che racchiudono sfiziosi abbinamenti come cioccolato e limone, carote e arancia. Ogni ricetta è una felice rielaborazione dei sapori della tradizione mediterranea, dei prodotti della terra e del mare. Ingredienti genuini esattamente come i volti delle persone che circondano Salvatore, e che tra una delizia e l' altra aiutano a conoscere meglio quell' angolo di paradiso chiamato Costiera Amalfitana.



E con questa torta partecipo al contest Un libro mi fa compagnia in cucina 
del blog Dolcipensieri



Vi lascio un' immagine della mia piccola produzione di limoni...



Con una fetta di questa torta profumata la colazione è stata perfetta!
Da domani prometto, mi metto a dieta...Buona settimana!!Un bacio...Patrizia









giovedì 5 gennaio 2012

Buona Befana!!

Stasera niente ricetta!
Solo qualche immagine delle mie Befanine pronte a prendere il volo...
Buona Befana a tutti!!











Arrivederci al prossimo post con una nuova ricetta! 
Un bacio...Patrizia