lunedì 28 febbraio 2011

Crema catalana

Nel corso di questi ultimi anni, mi sono più volte dilettata nella preparazione di questo dolce che è, tra l' altro, uno dei preferiti di mio marito. Ho provato diverse ricette prese qua e là da riviste, libri e web cercando di ottenere quella crema catalana servita nei vari ristoranti. Ebbene, pur modificando le dosi degli ingredienti, diminuendo o aumentando le proporzioni tra latte e panna e variando il numero delle uova, non sono mai riuscita a raggiungere quella consistenza che ci viene proposta nella ristorazione. Poi, ad un certo punto, ho pensato che probabilmente la maggior parte di questi utilizzano delle miscele già pronte che si trovano in commercio, in quanto la consistenza, il sapore e il colore è uguale per tutte. Perciò ho rinunciato a cercare quel risultato che sicuramente non appartiene ad un prodotto artigianale ma solo a preparati industriali, ed ho scelto la ricetta che ritenevo migliore tra tutte quelle da me sperimentate. Per cui vi propongo la mia crema catalana "home made" che piace a tutti e continua a riscuotere successo ogni volta che la metto in tavola. 
Fatemi sapere cosa ne pensate...un bacio e buona settimana!!

CREMA CATALANA
Ingredienti: (per 8 porzioni)
500 ml di latte
500 ml di panna liquida
160 g di zucchero
40 g di maizena o fecola di patate
8 tuorli d' uovo
un baccello di vaniglia
buccia di limone
zucchero di canna
Procedimento:
Versare in una pentola il latte, tranne due cucchiai, la panna, la buccia del limone, il baccello di vaniglia inciso per lungo, portare a bollore e togliere dal fuoco. Lasciare in infusione per circa 30 minuti. In una ciotola capiente, montare con la frusta i tuorli con lo zucchero, aggiungere la maizena stemperata con i due cucchiai di latte freddo e aggiungere il latte e la panna caldi filtrati. Rimettere il tutto in una pentola e cuocere il composto a fuoco basso per circa 2/3 minuti dall' ebollizione. Versare il tutto in ciotoline dal bordo basso, lasciare stiepidire per 30 minuti, poi metterle a freddare in frigorifero. Al momento di servire, spolverizzare la superficie della crema con lo zucchero di canna e caramellare con l' apposito accendino altrimenti, se ne siete sprovviste, mettete le ciotole sotto il grill del forno caldo, per due minuti. 


sabato 26 febbraio 2011

Frittelle di mele

Il caso ha voluto che ieri mattina, mentre compravo il pane nel forno dove sono solita andare, gli occhi  si posassero su un vassoio con delle pallette scure e irregolari..."cosa saranno?"...mi sono chiesta immediatamente e così ho rigirato la domanda al commesso che mi stava servendo. "Signora... sono frittelle con le mele e quelle accanto con pere e cannella". Come al solito non ho saputo resistere davanti ad un dolce, me ne sono fatta dare subito una alle pere, giusto per assaggiarla, e sono uscita con il pane e il mio bel pacchettino goloso. Arrivata in ufficio, me la sono mangiata subito ed è stata una vera goduria anche se la cannella non si sentiva quasi per niente. Certo il prezzo di quelle frittelle era veramente spropositato, ma erano veramente buone! Ad un certo punto mi è venuto in mente che qualche giorno fa avevo visto proprio una ricetta simile in un libro sulle  fritture e così, anche se sarei tornata a casa giusto in tempo per la cena, mi sono detta che le avrei dovute fare subito... la sera stessa. Avete capito allora come sono fatta? Della serie "cotto e mangiato", capito no? Ebbene, così ho detto e così ho fatto...Ieri sera mentre preparavo la cena ho anche preparato queste frittelle che mi erano rimaste in testa dalla mattina. La ricetta è veramente semplice e veloce, giusto il tempo di friggere, e in poco tempo mentre sui fornelli si cuocevano i peperoni per la cena, sono riuscita a fare queste frittelle che ci hanno deliziato la serata. Un' ultima cosa prima di passare alla ricetta: visto che eravamo solo in due, ho diviso le dosi a metà e ne sono venute circa una ventina che naturalmente abbiamo finito, perciò prendete nota e buon week end a tutti!!!


FRITTELLE DI MELE
Ingredienti:
400 g di farina
3 cucchiai di zucchero semolato
2 uova
2 mele
70 g di uvetta ammollata nel rum
un bicchiere di latte
una bustina di lievito per dolci
scorza grattugiata di un limone
un cucchiaino scarso di cannella
un pizzico di sale
zucchero a velo
Procedimento:
In una ciotola setacciare la farina con il lievito, mescolare con lo zucchero semolato, la cannella e il sale.
Unire le uova, il latte, la scorza del limone e lavorare tutto con una frusta, fino ad ottenere una pastella liscia e omogenea. Aggiungere l' uvetta strizzata e le mele sbucciate e tagliate a pezzettini, quindi mescolare bene.
Scaldare in una padella abbondante olio di semi di arachide (la giusta temperatura è 175°) e versare il composto con un cucchiaino. Girare le frittelle a metà cottura e continuare a friggerle finché saranno belle dorate. Scolarle su carta assorbente e continuare così fino a esaurimento del composto. Spolverizzare le frittelle con lo zucchero a velo e servirle ben calde.




martedì 22 febbraio 2011

Muffin al mandarino

Ebbene sì... il vantaggio di avere una foodblogger in casa è quello di alzarsi la mattina e trovare sulla tavola dei dolci profumati che ti fanno iniziare la giornata col piede giusto! Questo capita quando la sera tardi decidi di fare un dolce che avresti voluto fare durante la giornata ma che non hai potuto per mancanza di tempo, o perché sei stata fuori casa tutto il giorno...poi arriva la sera e allora, noi appassionate pasticcere in provetta, ci dilettiamo a fare quella ricetta che avevamo in mente da tempo, o  che magari è stato il chiodo fisso della giornata!! Così ieri sera ho preparato dei muffins e questa mattina figli e marito hanno trovato una bella montagnetta di tortini profumati pronti per essere addentati! C'è da dire però, che lo spunto iniziale per questo dolce, me lo ha dato una mia collega che ieri si è presentata in ufficio con svariate buste contenenti dei profumatissimi mandarini appena raccolti nel suo giardino; quindi, dato che per noi abituati a vivere in città è molto difficile reperire questi frutti non trattati chimicamente, non ho potuto fare a meno di utilizzarli al più presto! Certo il tempo era poco e non sapevo cosa fare, ma poi mi sono venute in mente delle tortine all'arancia che avevo fatto diverso tempo fa e, ripescata la ricetta dalla mia raccolta di appunti culinari nello scaffale della cucina, mi sono messa all'opera.
Il risultato è stato eccezionale, la cucina è stata invasa di un intenso profumo di agrumi e stamattina...tutti contenti per la dolce colazione inaspettata!



MUFFIN AL MANDARINO
Ingredienti:
240 g di farina
160 g di zucchero
2 uova intere
2 cucchiaini di lievito per dolci
100 ml di olio d' oliva
120 ml di succo di mandarino
buccia di mandarino grattugiata
Procedimento:
In una ciotola montare con le fruste le uova con lo zucchero, poi aggiungere il succo dei mandarini filtrato, la buccia degli stessi grattugiata finemente (la quantità dipende dal gusto) e l' olio. Aggiungere, poca per volta, la farina setacciata con il lievito e amalgamare per bene. Versare il composto ottenuto negli appositi stampini per muffin già imburrati e infarinati lasciando almeno due cm dal bordo. Mettere nel forno caldo a 180° per circa 30 minuti. 
Con questa dose ho ottenuto 7 muffins.


mercoledì 16 febbraio 2011

Crumble di pere e cannella in cocotte

Dopo le mele si passa alle pere!! Sembra una rima vero? Invece è solo per dire che dopo le tortine di mele passiamo ad un altro dolce con la frutta e questa volta ho scelto di utilizzare le pere, un frutto che si presta molto bene a svariate preparazioni in cucina, non solo nel dolce ma anche nel salato. Vi propongo un crumble che secondo me è  una via di mezzo tra una crostata ed uno strudel, perchè ha la friabilità simile alla pasta frolla ma la morbidezza interna che ricorda il tipico dolce del Trentino Alto Adige. Di solito il crumble viene fatto con le mele, ma vi posso assicurare che con le pere è delizioso; inoltre non necessita di molto tempo per la preparazione e gli ingredienti li abbiamo quasi sempre nel frigorifero...


CRUMBLE DI PERE E CANNELLA IN COCOTTE
Ingredienti:
2 pere kaiser
2 cucchiai di zucchero di canna
un cucchiaino di cannella
una spruzzata di limone
90 g di farina
100 g di burro freddo
3 cucchiai di zucchero semolato
Procediemento: 
Sbucciare le pere, tagliarle a fettine sottili e condirle in un piatto con lo zucchero di canna, il limone e la cannella; successivamente distribuirle sul fondo di due cocotte di ceramica adatte alla cottura in forno.
In una ciotola capiente, mettere la farina setacciata con lo zucchero e aggiungere il burro freddo tagliato a  cubetti; amalgamare velocemente con le sole dita fino ad ottenere un impasto simile a grosse briciole che serviranno a ricoprire lo strato di pere nelle cocotte. Mettere in forno preriscaldato a 190° per 30 minuti.
Sfornare e lasciare raffreddare il crumble nelle cocotte dove andrà mangiato direttamente, tiepido o freddo a seconda del vostro gusto. Buon appetito!!


Con questo dolce partecipo al delizioso contest TUTTO IN COCOTTE della bravissima Imma di " Dolci a gogo' "e spero di vincere (ma è solo un miraggio!!!) il meraviglioso premio messo in palio dall' azienda LE CROUSET.





sabato 12 febbraio 2011

Tortine alle mele nel cuore

Vi capita mai di passare un' intera settimana piena di impegni noiosi da non avere il tempo per dedicarvi almeno un attimo a ciò che vi piace? A me è capitato questa settimana dove ogni giorno c' era un impegno nuovo o un imprevisto da far saltare qualsiasi tipo di programma; poi per fortuna, arriva il week-end per poterci dedicare anche a qualcosa che ci rilassa...fare un dolce!!  
E allora approfitto per proporvi delle tortine fatte ieri sera; delle semplici tortine di mele molto morbide e delicate, ottime per un dopocena ma anche per la colazione o la merenda, insomma per ogni momento della giornata.


TORTINE ALLE MELE
Ingredienti per 4 tortine:
200 g di farina
180 g di burro fuso
180 g di zucchero
3 uova
un cucchiaio di lievito per dolci
un cucchiaio di limone
3 mele
una bustina di vanillina
3 cucchiai di mandorle in scaglie
un cucchiaio di zucchero a velo
olio per gli stampini
Procedimento:
Con una frusta elettrica montare le uova con lo zucchero e il limone; aggiungere alla crema ottenuta la farina e il lievito setacciati, poco alla volta, senza mai smettere di mescolare dal basso verso l' alto. 
Aggiungere a filo il burro e amalgamare bene fino ad ottenere un composto omogeneo e ben lavorato.
Sbucciare le mele e tagliarle a fettine sottili, poi mescolarle con la vanillina. Ungere 4 stampini con l' olio e versare a strati l' impasto e le mele terminando con il primo senza riempirli eccessivamente perché crescono molto. In un piatto unire le mandorle a scaglie con lo zucchero a velo e mescolare. Mettere nel forno preriscaldato a 180° per 20 minuti, sfornare le tortine e spolverizzarle con il composto alle mandorle ed infornarle di nuovo per altri 20 minuti o finché la superficie non è dorata. A cottura avvenuta, sfornare e lasciare raffreddare.


Con queste tortine alle mele, fatte appositamente in stampi di ceramica a forma di cuore, partecipo al romantico contest della cara EliFla del blog “cuocicucidici“ Hart to Hart.


E visto che siamo in tema di cuori, voglio aggiungere un brano di un libro letto tanti anni fa che mi è particolarmente rimasto dentro: 


Ogni volta in cui, crescendo, avrai voglia di cambiare le cose sbagliate in cose giuste, ricordati che la prima rivoluzione da fare è quella dentro se stessi, la prima e la più importante.
Lottare per un’idea senza avere un’idea di sé è una delle cose più pericolose che si possano fare.
Ogni volta che ti sentirai smarrita, confusa, pensa agli alberi, ricordati del loro modo di crescere.
Ricordati che un albero con molta chioma e poche radici viene sradicato al primo colpo di vento, mentre in un albero con molte radici e poca chioma la linfa scorre a stento.
Radici e chioma devono crescere in egual misura, devi stare nelle cose e starci sopra, solo così potrai offrire ombra e riparo, solo così alla stagione giusta potrai coprirti di fiori e di frutti.
E quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai quale prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta.
Respira con la profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuta al mondo, senza farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora. Stai ferma, in silenzio, e ascolta il tuo cuore.
Quando poi ti parla, alzati e va’ dove lui ti porta.
Susanna Tamaro, Va dove ti porta il cuore

domenica 6 febbraio 2011

Stiylish blogger Award e...7 cose di me!

Il post di oggi è per ringraziare due carissime amiche, Laura di zampetteinpasta e Paola di lacucinapiccoLINA, che mi hanno voluto premiare con premio "Stylish blogger Award", un premio che gira tra i blog. 

Questo premio ha delle regole da osservare. 
La prima regola è quella di ringraziare la persona che te lo ha donato e questo l' ho appena fatto. 
La seconda è quella di elencare 7 cose che ci riguardano e lo farò tra qualche riga. 
La terza è quella di donarlo ad altri 10 blog (ma non è obbligatorio) che conosci e che vuoi premiare e questo lo farò più tardi. 
Passiamo ora alle 7 cose da raccontare di me:

  1. Amo cucinare, soprattutto i dolci e già lo sapete, perchè la cucina per me è dare alle persone Amore e non sfamarle solamente.
  2. Mi piace sperimentare sempre nuove ricette che a volte non le ripeto più per passare ad altre, infatti penso che ci servirebbero non so quante vite per poter fare tutte le ricette che ci passano tra le mani o... "nella mente".
  3. Sogno di vivere a New York.
  4. Vorrei avere più tempo da dedicare alla mia famiglia e ai miei hobby che ho sempre avuto.
  5. Mi butto a capofitto in ogni cosa che faccio e ogni tanto perdo la cognizione del tempo. 
  6.  Sono troppo testarda.
  7. Sono una persona socievole e solare, amo stare in compagnia ma mi piace anche starmene da sola.
I blog a cui voglio passare il premio sono:
  1. laurettainCuCiNa di Laura e Mary
  2. Andante con gusto di Patty
  3. Cuocicucidici di Flavia
  4. ilricettariodicinzia di Cinzia
  5. farina, lievito e fantasia di Ramona
  6. Biscotti rosa e tralala di Aurore
  7. Mon Petit Bistrot di Claudia
  8. La Massaia Canterina di Elisa
  9. A tutti i blog che conosco e che avrei voluto passargli il premio ma che l' hanno già ricevuto
  10. A tutti i blog che non conosco perchè è da poco che sono nella blogsfera e che mi auguro conoscerò. 
Questo premio lo passo a queste persone con affetto anche se ci siamo conosciute da poco e spero che continueremo a restare in contatto! 
Inoltre ringrazio di nuovo con un bacio Laura e Paola per avermi scelto.
Ciao a tutti 
Patrizia

mercoledì 2 febbraio 2011

Le crostatine all' arancia di Maria

Con questo post partecipo all' iniziativa di Un Papero in cucina
" l'amore per il cibo e per la vita...Ecco la prima sfida che lancio "

Banner Airc



Eccomi qui, questa volta a postare una ricetta per l' iniziativa di " Un Papero in cucina" sulla ricerca del cancro, speciale " Le arance della salute"
Ci tenevo particolarmente a partecipare a questo invito di Alessandro in quanto anche la mia famiglia, purtroppo come tante, è stata toccata da questa terribile malattia togliendomi l' affetto della mia mamma cinque anni fa. Oggi sarebbe stato il suo compleanno ed è per questo che, proprio oggi, ho voluto pubblicare questa ricetta per ricordarla in maniera diversa.
L' iniziativa richiedeva di eseguire una ricetta che avesse come ingrediente le "arance della salute" acquistate per beneficenza presso le piazze di tutta Italia e così, ho scelto di fare delle crostatine con crema e fette d' arance trovata proprio sull' opuscolo che veniva distribuito nei banchetti dell' AIRC il 29 gennaio. Ho però deciso di chiamare questo dolce " LE CROSTATINE DI MARIA ", così si chiamava mia madre, per ricordare lei e tutte le persone che ci hanno lasciato a causa di questo male.


LE CROSTATINE ALL'ARANCIA DI MARIA
                                                     un dolce fatto con il cuore
Ingredienti per la frolla:
250 g di farina
150 g di burro
100 g di zucchero
50 g di nocciole tritate
2 tuorli
buccia d' arancia
un pizzico di sale
Ingredienti per la crema:
90 g di zucchero
60 g di burro 
2 arance
un uovo e tuorli
miele all' arancia
Procedimento:
Per la frolla: impastate rapidamente tutti gli ingredienti con un pizzico di sale e la buccia d' arancia grattugiata; fate riposare la pasta in frigo per circa 30 minuti, avvolta nella pellicola, poi stendetela e rivestire 4 stampini per tartellette del diametro di 12 cm; bucherellate il fondo e infornateli a 180° per 25 minuti (cottura in bianco).
Per la crema: lavorate in una ciotola a bagnomaria, su fuoco basso, l' uovo, i tuorli, il burro precedentemente fuso, lo zucchero, 60 g di succo d' arancia e la buccia di un' arancia grattugiata fino ad ottenere una crema abbastanza densa (necessitano circa 10 minuti sbattendo bene con una frusta).
Fatela raffreddare, poi distribuitela nei gusci di pasta. Guarnite le tartellette con delle fettine sottili d' arancia caramellatele in una padella con il miele all' arancia (io ho usato il miele comperato sempre nei banchetti dell' AIRC). Servite in piatti individuali come meglio volete.

Con queste dosi vi avanzerà sicuramente circa la metà della pasta frolla che potete utilizzare per fare dei biscottini di frolla o potete surgelare per la prossima volta che avete voglia di uno sfizietto dolce...
Queste crostatine sono veramente deliziose, rilasciano un profumo intenso, la frolla si scioglie in bocca e la crema è una vera goduria. Che dire...la mia mamma sarebbe stata orgogliosa di avere dato il nome a questo dolce speciale...fatto con il cuore!